Mondo Impresa

31 Dicembre 2019 | Pubblicato da Redazione Daily Tax

0

2020, l’anno dell’oleoturismo

Print Friendly, PDF & Email

Il settore del turismo enogastronomico è da sempre uno dei punti di forza del nostro Paese ed è considerato un valido strumento per la promozione del “fatto in Italia”.

In particolare, il 2020 vedrà il rafforzamento del turismo legato all’olio, grazie alla legge di Bilancio che con specifici articoli istituisce e riconosce l’oleoturismo. I commi 513 e 514 dell’articolo 1 precisano che per oleoturismo si intendono le attività di conoscenza dell’olio d’oliva espletate nel luogo di produzione, le visite nei luoghi di coltura, produzione o di esposizione degli strumenti utili alla coltivazione dell’ulivo. Rientrano in questa fattispecie anche la degustazione e vendita delle produzioni aziendali (eventualmente abbinate ad alimenti) e le iniziative a carattere didattico e ricreativo nell’ambito dei luoghi di coltivazione e produzione.

Le norme richiamano quelle che hanno regolamentato il turismo del vino, di conseguenza l’attività oleoturistica ha natura di attività agricola connessa se svolta dalle imprese agricole e si deve ritenere che sia esercitabile da imprenditori del settore agroalimentare.

Tags: , , ,


Segnalazioni, informazioni, comunicati, nonché rettifiche o precisazioni sugli articoli pubblicati vanno inviate a: redazione@dailytax.it




Back to Top ↑