Fisco

21 Settembre 2020 | Pubblicato da Redazione Daily Tax

0

Ancora in tempo per il bonus pubblicità 2020

Print Friendly, PDF & Email

Il 30 settembre 2020 è l’ultimo giorno utile per presentare la comunicazione per l’accesso al credito d’imposta inerente agli investimenti pubblicitari effettuati o da effettuare nel 2020.

Dal 2018 è stato istituito un credito d’imposta per le imprese, i lavoratori autonomi e gli enti non commerciali in relazione agli investimenti pubblicitari incrementali effettuati sulla stampa quotidiana e periodica, anche online, e sulle emittenti televisive e radiofoniche locali. Per beneficiare dell’agevolazione è necessario che l’ammontare complessivo degli investimenti pubblicitari realizzati superi almeno dell’1 per cento l’importo degli analoghi investimenti effettuati sugli stessi mezzi d’informazione nell’anno precedente. Il credito d’imposta è pari al 75 per cento del valore incrementale degli investimenti effettuati ed è concesso nei limiti massimi degli stanziamenti annualmente previsti e nei limiti dei regolamenti dell’Unione europea in materia di aiuti “de minimis”.

Attenzione. A causa del diffondersi della pandemia di Covid-19, dopo il potenziamento del bonus pubblicità operato dal Cura Italia, il decreto Rilancio (decreto-legge 19 maggio 2020, n. 34) ha previsto, per il solo anno 2020, che il credito d’imposta sia concesso nella misura unica del 50 per cento del valore degli investimenti effettuati, sempre nel rispetto dei limiti dei regolamenti dell’Unione europea in materia di aiuti “de minimis”. Pertanto, per gli investimenti effettuati nel 2020, è venuto meno il presupposto dell’incremento minimo dell’1 per cento dell’investimento pubblicitario rispetto all’investimento dell’anno precedente, quale requisito per l’accesso all’agevolazione. Il beneficio è stato esteso anche agli investimenti sulle emittenti televisive nazionali, analogiche o digitali, non partecipate dallo Stato.

E’ stata, inoltre, prevista una nuova finestra temporale per l’invio delle comunicazioni per l’accesso al credito d’imposta, dal 1° al 30 settembre 2020. Restano comunque valide le comunicazioni presentate nel mese di marzo 2020, in ogni caso, chi vorrà ampliare i propri investimenti pubblicitari per godere delle più favorevoli condizioni previste dalla norma, potrà sostituire la comunicazione già inviata con una nuova.

Dal beneficio restano escluse le spese sostenute per l’acquisto di spazi nell’ambito della programmazione o dei palinsesti editoriali per pubblicizzare o promuovere televendite di beni e servizi, così come sono escluse le spese accessorie, le spese di intermediazione e ogni altra spesa diversa dall’acquisto dello spazio pubblicitario, anche se funzionale o connessa.

La presentazione telematica delle dichiarazioni avviene compilando un apposito modello e successivamente sarà il Dipartimento per l’informazione e l’editoria a pubblicare l’elenco di chi avrà accesso al credito che, ricordiamolo, è utilizzabile unicamente in compensazione, a partire dal quinto giorno lavorativo successivo alla pubblicazione, presentando il modello F24 esclusivamente tramite i servizi telematici dell’Agenzia delle Entrate. Il codice tributo da utilizzare è “6900”.

 

Fonte Agenzia delle entrate

Tags: , , , , , , ,


Segnalazioni, informazioni, comunicati, nonché rettifiche o precisazioni sugli articoli pubblicati vanno inviate a: redazione@dailytax.it




Back to Top ↑