Mondo Impresa

15 Giugno 2020 | Pubblicato da Redazione Daily Tax

0

Contributo a fondo perduto e cessione di un bene strumentale

Print Friendly, PDF & Email

In attuazione dell’articolo 25 del Decreto Rilancio, da oggi 15 giugno e fino al 24 agosto 2020 è possibile presentare una istanza per richiedere il bonus a fondo perduto. In merito, il 13 giugno 2020, l’Agenzia delle entrate con la circolare 15/E ha fornito ulteriori dettagli per la fruizione del contributo in oggetto. Ecco alcuni passaggi.

I soggetti che hanno iniziato l’attività prima del 2019, possono ottenere il contributo rispettando due condizioni: nell’esercizio 2019 devono essere stati realizzati ricavi o compensi non superiori a 5 milioni di euro; il fatturato o i corrispettivi del mese di aprile 2020 siano inferiori ai due terzi del fatturato o dei corrispettivi realizzati nello stesso mese del 2019.

Per i soggetti che hanno iniziato l’attività a partire dal 1° gennaio 2019 occorre distinguere due ipotesi: se l’attività è iniziata tra il 1° gennaio e il 30 aprile 2019 sarà sufficiente aver realizzato ricavi o compensi fino ad un massimo di 5 milioni di euro, senza alcuna rilevanza inerente al decremento del fatturato; se invece l’attività è stata avviata da maggio 2019, fermo restando il requisito legato a ricavi e compensi, il contributo spettante è pari al minimo previsto, ossia mille euro per le persone fisiche e duemila euro per le persone giuridiche.

Nel dimostrare il decremento del fatturato o dei corrispettivi, occorre aver riguardo alle fatture relative ad operazioni effettuate nel mese di aprile (2019 e 2020), ivi comprese eventuali fatture differite emesse nel mese di maggio ma riferite ad operazioni di aprile. Le note di variazione incidono quelle in aumento (sempre obbligatorie), mentre per quelle in diminuzione se emesse ai fini Iva.

Un aspetto critico, invece, riguarda la cessione dei beni ammortizzabili. Secondo i tecnici, facendo riferimento alle operazioni effettuate nei mesi di aprile 2020 e 2019, non si può distinguere in relazione alla tipologia di operazione posta in essere. Nell’ipotesi in cui per necessità finanziarie legate all’emergenza economica il soggetto passivo Iva abbia ceduto dei beni strumentali, questo può aver aumentato il fatturato del mese di aprile 2020 e potrebbe comportare la mancata realizzazione del decremento del fatturato stesso rispetto allo stesso mese del 2019.

Circolare 15 E del 13 giugno 2020

 

 

Fonte Agenzia delle entrate

Tags: , , , , , , , ,


Segnalazioni, informazioni, comunicati, nonché rettifiche o precisazioni sugli articoli pubblicati vanno inviate a: redazione@dailytax.it




Back to Top ↑