Fisco

28 Ottobre 2019 | Pubblicato da Redazione Daily Tax

0

Decreto fiscale 2020 e la rideterminazione degli acconti

Print Friendly, PDF & Email

L’articolo 58 “Quota versamenti in acconto” del decreto fiscale 2020 dispone che: “A decorrere dalla data di entrata in vigore del presente decreto per i soggetti di cui all’articolo 12-quinquies, commi 3 e 4, del decreto-legge 30 aprile 2019, n. 34, convertito, con modificazioni, dalla legge 28 giugno 2019, n. 58, i versamenti di acconto dell’imposta sul reddito delle persone fisiche e dell’imposta sul reddito delle società, nonché quelli relativi all’imposta regionale sulle attività produttive sono effettuati, ai sensi dell’articolo 17 del decreto del Presidente della Repubblica 7 dicembre 2001, n. 435, in due rate ciascuna nella misura del 50 per cento, fatto salvo quanto eventualmente già versato per l’esercizio in corso con la prima rata di acconto con corrispondente rideterminazione della misura dell’acconto dovuto in caso di versamento unico”.

Quindi, dal 27 ottobre 2019 i soggetti che esercitano attività economiche per le quali sono stati approvati gli Isa (o che dichiarano, per trasparenza, i redditi dei suddetti soggetti), devono effettuare i versamenti in acconto Irpef, Ires e Irap nella misura del 50 per cento.

Fino all’entrata in vigore del decreto fiscale, il primo (termine temporale già scaduto) e il secondo acconto erano determinati nella misura del 40 e 60 per cento, come può trovare applicazione la nuova dottrina con riferimento agli acconti per l’anno 2019?

L’articolo 58 riporta la seguente dicitura: “fatto salvo quanto eventualmente già versato per l’esercizio in corso con la prima rata di acconto con corrispondente rideterminazione della misura dell’acconto dovuto in caso di versamento unico”. Ne consegue che i contribuenti che hanno già versato il primo acconto nella misura del 40 per cento non dovranno rideterminarlo o integrarlo, ma versare il restante 50 per cento alla data prevista per il secondo acconto. Invece, chi versa solamente la seconda rata contribuirà per il 90 per cento.

 

Tags: , , ,


Segnalazioni, informazioni, comunicati, nonché rettifiche o precisazioni sugli articoli pubblicati vanno inviate a: redazione@dailytax.it




Back to Top ↑