Fisco

19 Dicembre 2019 | Pubblicato da Redazione Daily Tax

0

Decreto fiscale 2020, è legge

Print Friendly, PDF & Email

Con 166 voti favorevoli, 122 voti contrari il DL n. 124/2019 (Decreto fiscale 2020) il 17 dicembre 2019 ha ricevuto la fiducia al Senato, quindi dopo l’approvazione senza modifiche della Camera è ufficialmente diventato legge.

Ecco di seguito le principali novità introdotte dalla legge di conversione del Decreto fiscale 2020.

Scadenza 730: rinvio dal 23 luglio al 30 settembre del termine per la presentazione della dichiarazione dei redditi.

Scontrino elettronico unico: semplificazione degli adempimenti per i pagamenti con bancomat e dal 2021 serviranno anche per la certificazione dei corrispettivi.

RC auto familiare: classe assicurativa più bassa per tutte le auto nel nucleo familiare, anche in caso di rinnovo.

IVA agevolata auto elettriche disabili: viene estesa l’aliquota IVA del 4 per cento anche all’acquisto di auto elettriche da parte di soggetti con disabilità.

IVA ridotta assorbenti: aliquota IVA del 5 per cento sui prodotti per l’igiene intima femminile compostabili o lavabili.

Stretta compensazioni Irpef, Ires e Irap: estesa anche alle imposte sui redditi l’obbligo di preventiva presentazione della dichiarazione dei redditi per i crediti superiori a 5mila euro.

Sanzioni F24 scartato: 5 per cento dell’importo non compensato fino a 5mila euro; 250 euro per gli importi superiori.

Modello F24 telematico per tutti: obbligo di presentazione del modello F24 tramite i servizi telematici AdE per tutti, anche privati senza partita IVA.

Controlli fattura elettronica: Agenzia delle entrate e GdF potranno conservare tutti i dati delle e-fatture per otto anni.

Lotteria degli scontrini: avvio prorogato al 1° luglio 2020 e cancellazione sanzione per commercianti infedeli; il cliente potrà segnalare il commerciante per controlli su rischio evasione.

Esonero fattura elettronica: estesa per tutto il 2020 l’esclusione in ambito sanitario

Dichiarazione IVA e Lipe precompilata: per le comunicazioni periodiche si parte dal 1° luglio 2020, rinvio al 2021 per la dichiarazione annuale.

Imposta di bollo fatture elettroniche: da quattro a due scadenze all’anno se l’importo non supera mille euro.

Commercianti senza POS: eliminata la sanzione.

Commissioni POS: credito d’imposta del 30 per cento sui pagamenti.

Limite contanti: pagamenti denaro contante fino a duemila euro nel 2020 e a mille euro dal 2022.

Seggiolini antiabbandono: proroga sanzioni a marzo 2020, aumento risorse per bonus.

 

Tags: , , ,


Segnalazioni, informazioni, comunicati, nonché rettifiche o precisazioni sugli articoli pubblicati vanno inviate a: redazione@dailytax.it




Back to Top ↑