Fisco

1 Febbraio 2019 | Pubblicato da Redazione Daily Tax

0

Fattura elettronica: sanzioni calmierate solo per tardiva emissione

Print Friendly, PDF & Email

 L’articolo 10 del Decreto fiscale (Dl 119/2018) prevede che per il primo semestre 2019, non si attribuiscono sanzioni se la e-fattura viene emessa tardivamente. In particolare è previsto che fino al 30 giugno 2019 non si applicano sanzioni quando la fattura elettronica sia emessa entro il termine per l’effettuazione della liquidazione Iva relativa al periodo di riferimento (entro il giorno 15 per i contribuenti mensili, entro il 15 del secondo mese successivo al trimestre per i trimestrali). Inoltre, si applicano le sanzioni con una riduzione dell’80 per cento, e dunque nella misura del 20 per cento di quella edittale, qualora la fattura elettronica sia emessa entro il termine di effettuazione della liquidazione del periodo successivo a quello di riferimento.

In occasione di Telefisco 2019, l’Agenzia delle entrate ha fornito una ulteriore precisazione sul tema. Nell’ipotesi in cui un’operazione sia effettuata da un soggetto passivo Iva mensile il 21 febbraio 2019 e il documento venga trasmesso al Sistema di Interscambio il 13 aprile 2019, ovvero oltre il termine per la liquidazione periodica di febbraio, ma entro quella successiva, quali tipo di sanzioni sono riducibili? E cosa succede nel caso in cui il cedente – non inserendo la fattura nella liquidazione di marzo – ometta il versamento dell’Iva relativa all’operazione?

L’Agenzia ha stabilito che l’unica sanzione riducibile al 20 per cento è quella relativa al ritardo nell’emissione della fattura elettronica, quindi il contribuente che oltre a trasmettere in ritardo la e-fattura, versa l’imposta entro il 16 aprile, anziché entro il termine, corretto, del 18 marzo si vedrà applicare in misura ridotta la sanzione relativa al ritardo di fatturazione, ma in misura intera quella dell’omesso versamento Iva (30 per cento dell’imposta).

 

 

 

Tags: , , ,


Segnalazioni, informazioni, comunicati, nonché rettifiche o precisazioni sugli articoli pubblicati vanno inviate a: redazione@dailytax.it




Back to Top ↑