Fisco

8 Giugno 2021 | Pubblicato da Redazione Daily Tax

0

Giugno 2021: mese rovente grazie al fisco

Print Friendly, PDF & Email

Il sesto mese dell’anno 2021 si presenta particolarmente impegnativo dal punto di vista fiscale. Analizziamo insieme le principali scadenze a cui i contribuenti dovranno adempiere.

Il 16 giugno scade l’acconto IMU 2021 e per i soggetti mensili è d’obbligo il versamento dell’IVA a debito tramite l’utilizzo del mod. F24 – codice tributo: 6005 (versamento Iva mensile – maggio). Dal punto di vista previdenziale INPS abbiamo il pagamento dei contributi dovuti sulle retribuzioni dei lavoratori dipendenti di competenza del precedente mese (mod. F24) e il pagamento, da parte dei soggetti committenti, dei contributi relativi alla gestione separata INPS dovuti sui compensi corrisposti nel corso del precedente mese (mod. F24).

Il 25 giugno il tema è l’INTRASTAT, ossia la presentazione degli elenchi riepilogativi mensili delle cessioni e degli acquisti intracomunitari relativi al mese precedente.

Attenzione: entro il 29 giugno scade il termine di 180 giorni per l’approvazione del bilancio per l’esercizio chiuso al 31 dicembre 2020, la proroga generalizzata dei termini di convocazione delle assemblee è stata prevista a fronte della perdurante emergenza Covid-19.

L’ultimo giorno di giugno, il 30, risulta ingolfato di adempimenti. Salvo proroghe, arriva la prima scadenza per il pagamento imposte derivanti dal modello redditi e IRAP 2021 (anno d’imposta 2020). E’ prevista la possibilità di rateizzare il dovuto, pagando il 30 la prima rata. Scade il termine per il versamento (modello F24) del diritto annuale 2019 dovuto per le Camere di Commercio (codice tributo 3850-diritto camerale annuale). La scadenza è collegata a quella del modello redditi. Scade il termine per la presentazione delle dichiarazione IMU per le variazioni relative all’anno 2020. Per i contratti non soggetti a cedolare secca, scade il termine per il versamento dell’imposta di registro (2 per cento del canone annuo) relativa ai contratti di locazione decorrenti dal giorno 1 del mese. Infine, scade il termine per asseverare la perizia e versare l’imposta sostitutiva relativa alla rivalutazione di terreni e partecipazioni non quotate detenuti al di fuori del regime d’impresa alla data del 1° gennaio 2021.

 

 

 

Tags: ,


Segnalazioni, informazioni, comunicati, nonché rettifiche o precisazioni sugli articoli pubblicati vanno inviate a: redazione@dailytax.it




Back to Top ↑