Fisco

15 Aprile 2020 | Pubblicato da Redazione Daily Tax

0

Il Cura Italia potenzia il bonus pubblicità

Print Friendly, PDF & Email

L’articolo 98 del DL n. 18 del 17 aprile 2020, cosiddetto “Decreto Cura Italia” stabilisce delle misure straordinarie e urgenti a sostegno della filiera della stampa e in particolare è intervenuto anche in tema di credito d’imposta per investimenti in pubblicità (bonus pubblicità), apportando alcune novità con riferimento al solo anno 2020.

Il bonus in oggetto è un credito d’imposta sugli investimenti pubblicitari incrementali, con un incremento minimo dell’1 per cento rispetto agli analoghi investimenti dell’anno precedente, effettuati dalle imprese, dai lavoratori autonomi e dagli enti non commerciali, sulla stampa (giornali quotidiani e periodici, locali e nazionali) e sulle emittenti radio-televisive a diffusione locale. Dal 2019, la percentuale del credito riconosciuto è unica per tutte le categorie interessate ed è pari al 75 per cento del valore incrementale degli investimenti realizzati.

Dal 1° al 31 marzo 2020 è stato possibile inviare la comunicazione per l’accesso al credito di imposta per gli investimenti pubblicitari incrementali per l’anno 2020 attraverso i servizi telematici dell’Agenzia delle Entrate.

Il Cura Italia ha modificato la disciplina del bonus. Limitatamente all’anno 2020, il credito d’imposta è concesso, alle stesse condizioni e ai medesimi soggetti, nella misura unica del 30 per cento (invece del 75 per cento) del valore degli investimenti effettuati. Per l’anno 2020, la comunicazione telematica deve essere presentata tra il primo e il 30 settembre 2020, mentre restano comunque valide quelle trasmesse nel periodo compreso tra il 1° ed il 31 marzo 2020.

L’incentivo resta fruibile dai soggetti titolari di reddito d’impresa, lavoratori autonomi ed enti non commerciali.

Tags: , , , , ,


Segnalazioni, informazioni, comunicati, nonché rettifiche o precisazioni sugli articoli pubblicati vanno inviate a: redazione@dailytax.it




Back to Top ↑