Notizie

23 Novembre 2017 | Pubblicato da Redazione Daily Tax

0

Il denaro arriva a tempo di record

Print Friendly, PDF & Email

Digitale, connesso e veloce. Queste sono le caratteristiche del consumatore moderno che acquista su internet in qualsiasi momento, concentrando gli ordini nelle ore serali, nei fine settimana e nei giorni festivi, cioè nei periodi in cui la maggioranza dei pagamenti elettronici tradizionali non sono operativi. Viceversa, anche i fornitori di beni e servizi vogliono la certezza di essere pagati non appena effettuano una vendita. Ma le cose cambiano e un equilibrio è stato trovato.

Dal 21 novembre 2017 è operativo il sistema che soddisfa clienti finali e commercianti: l’instant payment. Si tratta di un bonifico istantaneo che consente di trasferire denaro da un conto corrente all’altro in un tempo di circa dieci secondi. I pagamenti, una volta effettuati, non sono più revocabili e l’ordinante riceve una notifica del buon esito della transazione nel giro di pochi istanti. La cifra massima consentita è pari a euro 15mila per operazione e i trasferimenti si possono fare in ogni ora del giorno e della notte, di domenica e nei giorni festivi.

Il bonifico istantaneo è stato voluto dalla Banca centrale europea e debutta nei trentaquattro paesi dell’area SEPA (Single Euro Payments Area-Area Unica per i Pagamenti in Euro), ovvero la zona geografica in cui i cittadini, le imprese, le pubbliche amministrazioni e gli altri operatori economici possono effettuare e ricevere pagamenti in euro, sia all’interno dei confini nazionali che fra i paesi che ne fanno parte, secondo condizioni di base, diritti ed obblighi uniformi, indipendentemente dalla loro ubicazione all’interno della SEPA. Lo schema è il SEPA Instant Credit Transfer (bonifico con accredito immediato e irrevocabile) o meglio SCT Inst, ideato dal Consiglio europeo dei pagamenti.

Le banche coinvolte in questa prima fase di sperimentazione sono diciotto (in nove paesi) e in Italia solo tre istituti: Banca Sella, Intesa Sanpaolo e Unicredit. Il “Bolt bonifico” prevede un sovrapprezzo rispetto ad una ordinaria operazione telematica e i costi variano da euro 2,30 ed euro 2,50 a secondo della banca.

Tags: ,


Segnalazioni, informazioni, comunicati, nonché rettifiche o precisazioni sugli articoli pubblicati vanno inviate a: redazione@dailytax.it




Back to Top ↑