Mondo Impresa

12 Novembre 2019 | Pubblicato da Redazione Daily Tax

0

Il lusso non conosce crisi

Print Friendly, PDF & Email

“The luxury and cosmetics financial factbook. Tailoring the luxury experience” è la nona edizione dello studio – condotto da EY (Ernst & Young) – che analizza lo scenario del settore dei beni di lusso personali a livello globale.

Nel 2018 il settore del lusso e quello cosmetico hanno raggiunto a livello globale un giro d’affari di 451 miliardi di euro e si prevede che continuerà a crescere ad un tasso del 5 per cento annuo fino al 2022, quando dovrebbe raggiungere circa 541 miliardi.

In questo contesto il segmento più in crescita è la fascia medio alta (entry-to-luxury) che con il suo 7,5 per cento di incremento annuo insidia il lusso vero e proprio (solo il 3 per cento annuo).

Per quanto riguarda i canali di vendita, il retail fisico rimane strategico. Nonostante la diffusione delle vendite online, il 90 per cento delle transazioni avviene in negozio, sebbene il 70 per cento delle decisioni maturino dopo una consultazione via web.

Nell’acquisto di un prodotto di fascia alta risulta importante il punto vendita tradizonale (brick and mortar), ossia quel luogo dove il cliente possa recarsi fisicamente per vedere e acquistare prodotti e stabilire un reale contatto con il produttore.

 

Foto di Luca Vignali

Tags: , , , ,


Segnalazioni, informazioni, comunicati, nonché rettifiche o precisazioni sugli articoli pubblicati vanno inviate a: redazione@dailytax.it




Back to Top ↑