Fisco

9 Ottobre 2019 | Pubblicato da Redazione Daily Tax

0

Il modulo pagoPA sostituisce il bollettino Rav

Print Friendly, PDF & Email

Stanno per giungere ai contribuenti le prime cartelle di Agenzia delle entrate-Riscossione che contengono il pagoPA, il modulo di pagamento che manda in pensione il bollettino Rav (nel 2018 è stato utilizzato da cittadini e imprese per oltre 15 milioni di pagamenti di cartelle e avvisi). Si tratta di una nuova metodologia – in coerenza con le prescrizioni del “Codice dell’amministrazione digitale” – che innova e agevola le modalità di pagamento verso le pubbliche amministrazioni e i gestori di servizi di pubblica utilità.

Secondo quanto riportato dal sito dell’Agenzia delle entrate – Riscossione, il pagoPA – rispetto al bollettino Rav – ha una nuova veste grafica che permette di trovare rapidamente le informazioni necessarie: oggetto del pagamento, destinatario, codice fiscale, scadenza.

Il nuovo modulo contiene due sezioni da utilizzare, alternativamente, in base al canale di pagamento scelto. È, infatti, possibile pagare: presso gli istituti bancari e gli altri operatori abilitati con la sezione che riporta il QR-code e il codice interbancario CBILL; presso Poste Italiane utilizzando la sezione che riporta il Data-Matrix. Attenzione, se si effettua il pagamento oltre la scadenza indicata sul modulo, l’importo dovuto sarà aggiornato alla data del versamento.

È possibile scegliere di pagare i documenti inviati dall’Agente della riscossione direttamente sul sito o con l’App Equiclick (da smartphone o tablet) utilizzando il servizio “Paga online” fruibile senza necessità di autenticazione. È necessario inserire il “Codice modulo di pagamento”, il codice fiscale, l’importo e sarai reindirizzato sulla piattaforma pagoPA. L’importo dovuto potrà essere saldato con carta di credito o di debito, addebito in conto corrente o con le altre modalità previste.

Inoltre si può pagare direttamente con smartphone o tablet utilizzando il QR-code presente nel Modulo di pagamento tramite l’App della propria banca oppure il Data-Matrix presente nel Modulo di pagamento tramite l’App di Poste.

Infine, i bollettini RAV attualmente in circolazione nonché quelli che saranno inviati fino alla conclusione del passaggio a pagoPA di tutti gli atti della riscossione, potranno essere ancora utilizzati per il pagamento.

Modulo-di-pagamento-pagoPA

Guida-Modulo-pagoPA

 

 

 

Tags: , , ,


Segnalazioni, informazioni, comunicati, nonché rettifiche o precisazioni sugli articoli pubblicati vanno inviate a: redazione@dailytax.it




Back to Top ↑