Mondo Impresa

5 Maggio 2020 | Pubblicato da Redazione Daily Tax

0

Impresa SIcura: come ottenere i rimborsi

Print Friendly, PDF & Email

In ottemperanza a quanto previsto dall’articolo 43 comma 1 del DL n.18 del 17 marzo 2020 “Cura Italia”, Invitalia (Agenzia nazionale per lo sviluppo, di proprietà del Ministero dell’Economia) ha attivato il bando Impresa SIcura, che punta a sostenere la continuità, in sicurezza, dei processi produttivi delle imprese di qualunque dimensione, operanti in Italia.

Il bando consente di ottenere il rimborso delle spese sostenute dalle aziende per l’acquisto di dispositivi ed altri strumenti di protezione individuale finalizzati al contenimento e il contrasto dell’emergenza epidemiologica COVID-19.

Le risorse disponibili sono cinquanta milioni di euro ed è concesso un contributo a fondo perduto fino al 100 per cento delle spese ammissibili. L’importo massimo rimborsabile è di 500 euro per ciascun addetto dell’impresa (a cui sono destinati i DPI) e fino a un massimo di 150mila euro per impresa (importo minimo rimborsabile non è inferiore a 500 euro).

Impresa SIcura rimborsa l’acquisto di: mascherine filtranti, chirurgiche, FFP1, FFP2 e FFP3; guanti in lattice, in vinile e in nitrile; dispositivi per protezione oculare; indumenti di protezione quali tute e/o camici; calzari e/o sovrascarpe; cuffie e/o copricapi; dispositivi per la rilevazione della temperatura corporea; detergenti e soluzioni disinfettanti/antisettici.

È possibile richiedere il rimborso delle spese per l’acquisto di dispositivi ed altri strumenti di protezione individuale, sostenute tra il 17 marzo 2020 e la data di invio della domanda di rimborso. I soggetti beneficiari sono tutte le imprese aventi sede legale e operativa in Italia, che risultino attive e non in liquidazione.

Il bando prevede tre fasi: 1) le imprese interessate dovranno inviare la prenotazione del rimborso dall’11 al 18 maggio 2020, dal lunedì al venerdì, dalle ore 9.00 alle ore 18.00 attraverso uno sportello informatico dedicato, raggiungibile dal sito di Invitalia; 2) sempre sul sito dell’agenzia, seguirà la pubblicazione dell’elenco, in ordine cronologico di arrivo, delle imprese ammesse alla presentazione della domanda di rimborso; 3) per le aziende ammesse la domanda potrà essere compilata dalle ore 10.00 del 26 maggio alle ore 17.00 dell’11 giugno 2020 sempre attraverso procedura informatica.

I rimborsi verranno effettuati entro il mese di giugno.

Dalla lettura del documento, l’agevolazione sembrerebbe riguardare solo le imprese (esclusi quindi i professionisti), mentre le “spese non devono essere oggetto di ulteriori forme di rimborso o remunerazione erogate in qualunque forma e a qualsiasi titolo” portando ad escludere una cumulabilità tra il rimborso derivante dal bando e il credito d’imposta per la sanificazione degli ambienti di lavoro.

 

Fonte Invitalia

Tags: , , , , ,


Segnalazioni, informazioni, comunicati, nonché rettifiche o precisazioni sugli articoli pubblicati vanno inviate a: redazione@dailytax.it




Back to Top ↑