Giurisprudenza

21 Novembre 2017 | Pubblicato da Redazione Daily Tax

0

IVA detraibile anche con indirizzo in fattura sbagliato

I giudici della Corte di Giustizia UE nella sentenza del 15 novembre 2017 hanno stabilito che sia possibile la detrazione dell’IVA assolta a monte anche nell’ipotesi in cui la fattura emessa indichi un indirizzo diverso da quello dove, di fatto, il soggetto emittente svolge la sua attività economica.

L’art. 226 della direttiva n. 2006/112 contiene alcune indicazioni inerenti a come si deve presentare una fattura ai fini della detrazione IVA, ma secondo la Corte l’articolo in oggetto costituisce solo la condizione formale per l’ottenimento dello scomputo. La detrazione dell’imposta assolta a monte deve essere concessa se sono soddisfatte le condizioni sostanziali e ne consegue che l’indicazione dell’indirizzo del soggetto che emette fattura non può considerarsi di tale natura, cioè non essenziale.

L’indirizzo sulla fattura, il nome e il numero di identificazione IVA del soggetto che la emette, consentono di stabilire un collegamento tra una determinata transazione economica ed uno specifico operatore economico (l’emittente della fattura).

Sentenza Corte Giustizia UE 15.11.2017

 

Tags: ,


Segnalazioni, informazioni, comunicati, nonché rettifiche o precisazioni sugli articoli pubblicati vanno inviate a: redazione@dailytax.it




Back to Top ↑