Fisco

16 Gennaio 2020 | Pubblicato da Redazione Daily Tax

0

Legge di bilancio 2020: tassazione plastica

Print Friendly, PDF & Email

Lo Stato italiano vuole salvaguardare l’ambiente e rimpinguare le proprie casse. Sono questi i due obiettivi che si pone la Legge di bilancio 2020 con l’inserimento di un nuovo tributo: la tassa sulla plastica.

I commi dal 634 al 658 dell’articolo 1 della Legge di bilancio 2020, introducono nel sistema italiano un tributo legato al consumo di manufatti in plastica con singolo impiego (MACSI) utilizzati per il contenimento, protezione, manipolazione o consegna di merci o prodotti alimentari. I MACSI, anche in forma di fogli, pellicole o strisce, sono realizzati con l’impiego, anche parziale, di materie plastiche costituite da polimeri organici di origine sintetica e non sono ideati, progettati o immessi sul mercato per compiere più trasferimenti durante il loro ciclo di vita o per essere riutilizzati per lo stesso scopo per il quale sono stati ideati.

Sono esclusi dall’applicazione dell’imposta i MACSI che risultino compostabili in conformità alla norma UNI EN 13432:2002, i dispositivi medici, nonché i MACSI adibiti a contenere e proteggere preparati medicinali. In pratica si tratta di posate, bicchieri, piatti, monouso in plastica, buste, bottiglie e contenitori in tetrapak, pellicole, cioè quegli oggetti pensati, progettati e venduti per essere usati una sola volta nel loro ciclo di vita.

L’imposta è fissata nella misura di 0,45 euro per chilogrammo di materia plastica, ma nulla è dovuto se il tributo risulta pari o inferiore a dieci euro. L’accertamento dell’imposta dovuta è effettuato sulla base di dichiarazioni trimestrali contenenti tutti gli elementi necessari per determinare il debito d’imposta. La dichiarazione è presentata dai soggetti obbligati, all’Agenzia delle dogane e dei monopoli entro la fine del mese successivo al trimestre solare cui la dichiarazione si riferisce.

I soggetti che devono l’imposta sono individuati in base alla provenienza dei MACSI: per i MACSI realizzati nel territorio nazionale, il fabbricante; per i MACSI provenienti da altri Paesi dell’Unione europea, il soggetto che acquista i MACSI nell’esercizio dell’attività economica ovvero il cedente qualora i MACSI siano acquistati da un consumatore privato; per i MACSI provenienti da Paesi terzi, l’importatore. Non è considerato fabbricante il soggetto che produce MACSI utilizzando, come materia prima o semilavorati, altri MACSI sui quali l’imposta sia dovuta da un altro soggetto, senza l’aggiunta di ulteriori materie plastiche.

Infine, alle imprese attive nel settore delle materie plastiche, produttrici di manufatti con singolo impiego destinati ad avere funzione di contenimento, protezione, manipolazione o consegna di merci o di prodotti alimentari, è riconosciuto un credito d’imposta nella misura del 10 per cento delle spese sostenute, dal 1° gennaio 2020 al 31 dicembre 2020, per l’adeguamento tecnologico finalizzato alla produzione di manufatti compostabili secondo lo standard EN 13432:2002. Il credito d’imposta è riconosciuto fino ad un importo massimo di euro 20mila per ciascun beneficiario ed è utilizzabile, nel limite complessivo di 30 milioni di euro per l’anno 2021, esclusivamente in compensazione. Il credito d’imposta deve essere indicato nella dichiarazione dei redditi relativa al periodo d’imposta nel corso del quale interviene il provvedimento di concessione e in quelle relative ai periodi d’imposta successivi fino a quando se ne conclude l’utilizzo.

Poiché è necessario disciplinare le modalità di attuazione delle disposizioni inerenti all’imposta, esse spiegheranno la loro efficacia a decorrere dal primo giorno del secondo mese successivo alla data di pubblicazione dell’apposito provvedimento del Direttore dell’Agenzia delle dogane e dei monopoli (che dovrà essere pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale entro maggio 2020).

 

 

 

Tags: , , , ,


Segnalazioni, informazioni, comunicati, nonché rettifiche o precisazioni sugli articoli pubblicati vanno inviate a: redazione@dailytax.it




Back to Top ↑