Mondo Impresa

30 Luglio 2019 | Pubblicato da Redazione Daily Tax

0

Mise: finanziamenti agevolati per internazionalizzazione imprese

Print Friendly, PDF & Email

Il finanziamento agevolato è finalizzato a sostenere l’inserimento in azienda di figure professionali specializzate, allo scopo di realizzare processi di internazionalizzazione, attraverso la sottoscrizione di un apposito contratto di prestazioni consulenziali erogate esclusivamente da Società di servizi. Il programma deve riguardare al massimo tre Paesi extra-UE.

Beneficiari sono tutte le imprese con sede legale in Italia costituite in forma di società di capitali, con almeno due bilanci depositati presso il Registro imprese.

Il finanziamento copre il 100 per cento delle spese preventivate, con i seguenti limiti e comunque nei limiti previsti dal Regolamento UE n.1407/2013, relativo agli aiuti di importanza minore “de minimis”: Euro 25.000 importo minimo; Euro 150.000 importo massimo finanziabile. L’importo del finanziamento non potrà comunque superare il 12,5 per cento dei ricavi medi risultanti dagli ultimi due bilanci depositati. Il tasso agevolato è pari al 10 per cento del tasso di riferimento di cui alla normativa comunitaria vigente alla data della delibera di concessione del finanziamento (consultabile sul sito simest.it).

Sono ammissibili al finanziamento le spese sostenute dalla data di presentazione della domanda sino a ventiquattro mesi dopo la data di ricevimento dell’accettazione del contratto di finanziamento. Spese ammissibili: spese relative alle prestazioni di figure professionali specializzate (TEM – Temporary Export Manager), risultanti da apposito contratto di servizio, che devono essere pari almeno al 60 per cento del finanziamento concesso; spese strettamente connesse alla realizzazione del progetto elaborato con l’assistenza del TEM.

La domanda di finanziamento deve essere presentata esclusivamente utilizzando il modulo di domanda disponibile sul portale di Simest ed essere presentata esclusivamente attraverso il Portale stesso.

Il finanziamento agevolato deve essere garantito in tutto o in parte. Le PMI e le MID CAP (imprese con un numero di dipendenti compreso tra 250 e 3000) possono ottenere riduzioni di garanzia in funzione della classe di valutazione «scoring» dell’impresa fino a un massimo dell’80 per cento (questa percentuale può anche essere superiore nel caso di intervento del Fondo Crescita Sostenibile. Per info simest.it).

Il finanziamento, della durata di quattro anni, di cui due di ammortamento, è concesso secondo le seguenti modalità: la prima erogazione, a titolo di anticipo, pari al 50 per cento dell’importo deliberato, entro trenta giorni dalla data di adempimento delle eventuali condizioni sospensive del contratto; la seconda erogazione a saldo della rendicontazione delle spese sostenute dall’impresa.

 

Circolare MISE – TEM internazionalizzazione delle imprese

 

Tags: , , , ,


Segnalazioni, informazioni, comunicati, nonché rettifiche o precisazioni sugli articoli pubblicati vanno inviate a: redazione@dailytax.it




Back to Top ↑