Fisco

20 Maggio 2019 | Pubblicato da Redazione Daily Tax

0

Nuova scadenza per rottamazione ter e saldo stralcio

Print Friendly, PDF & Email

Salti di gioia per chi ha problemi con il fisco. Al 30 aprile 2019 circa 1,4 milioni di contribuenti avevano aderito alla rottamazione ter. Però, i giochi non sono finiti: infatti, la procedura potrebbe essere riattivata.

Il sottosegretario all’Economia, Massimo Bitonci, ha annunciato che è stato depositato l’emendamento che riapre i termini della rottamazione ter e del saldo stralcio al 31 luglio 2019.

Nell’ipotesi in cui l’emendamento passi, il debitore di una cartella datata tra il 2000 e il 2017 entro il 31 luglio 2019 potrà presentare all’agente pubblico della riscossione istanza di adesione alla definizione agevolata delle cartelle, con il pagamento solo di imposte e contributi (senza sanzioni e interessi). Sarebbero valide anche le domande presentate dopo il 30 aprile 2019 e fino alla data di entrata in vigore della legge di conversione del Decreto Crescita.

Il versamento dovrebbe avvenire in un’unica soluzione entro il 30 novembre 2019 o con un versamento dilazionato in diciassette rate, la prima delle quali entro il 30 novembre. Per la prima rata sarà dovuto il versamento di almeno il 20 per cento dell’importo. Dovrebbe essere confermata la decadenza dal beneficio, in caso di mancato pagamento anche di una sola rata.

L’emendamento consentirebbe, anche, di presentare entro il 31 luglio 2019, le istanze di adesione al saldo e stralcio, ossia alla sanatoria delle cartelle per omessi versamenti riservata a chi è in difficoltà economica (Isee fino a 20mila euro).

Tags: , , , , ,


Segnalazioni, informazioni, comunicati, nonché rettifiche o precisazioni sugli articoli pubblicati vanno inviate a: redazione@dailytax.it




Back to Top ↑