Fisco

15 Gennaio 2020 | Pubblicato da Redazione Daily Tax

0

Nuovo credito d’imposta beni strumentali anche per i professionisti

Print Friendly, PDF & Email

Il comma 194 dell’articolo 1 della Legge di bilancio 2020 dispone: “Il credito d’imposta di cui al comma 188 si applica alle stesse condizioni e negli stessi limiti anche agli investimenti effettuati dagli esercenti arti e professioni”.

Quindi, i liberi professionisti possono beneficiare del credito d’imposta “generale” (6 per cento) per gli investimenti in beni strumentali “ordinari” e lo ha precisato anche l’Agenzia delle entrate nel corso del forum dei dottori commercialisti ed esperti contabili organizzato a Milano dalla testata Italia Oggi.

Il comma 188 riconosce il credito di imposta nella misura del 6 per cento per gli investimenti aventi ad oggetto beni diversi da quelli indicati nei commi 189 e 190 della stessa legge di bilancio (i beni funzionali alla trasformazione tecnologica e digitale delle imprese secondo il modello “Industria 4.0” o gli investimenti aventi ad oggetto beni immateriali connessi ad investimenti in beni materiali “industria 4.0”).

Gli esercenti arti e professioni possono beneficiare soltanto del credito d’imposta “generale”, previsto per gli investimenti in beni strumentali “ordinari” (quelli relativi al vecchio super-ammortamento), riconosciuto nella misura del 6 per cento, nel limite massimo di costi ammissibili pari a 2 milioni di euro. Gli stessi soggetti, invece, non possono accedere al credito d’imposta previsto per gli investimenti legati ai beni del passato iper ammortamento, ossia Allegato A e B (40 per cento per la quota di investimenti fino a 2,5 milioni di euro e 20 per cento per gli investimenti tra 2,5 e 10 milioni di euro).

 

Tags: , , , , ,


Segnalazioni, informazioni, comunicati, nonché rettifiche o precisazioni sugli articoli pubblicati vanno inviate a: redazione@dailytax.it




Back to Top ↑