Mondo Impresa

6 Febbraio 2019 | Pubblicato da Redazione Daily Tax

0

PMI: miglioramento e salvaguardia della solidità patrimoniale

Print Friendly, PDF & Email

Il Fondo rotativo 394/81 riconosce un finanziamento a tasso agevolato per sostenere la patrimonializzazione delle PMI italiane esportatrici e la loro capacità di competere sui mercati internazionali.

SIMEST è la società del Gruppo Cassa depositi e prestiti che sostiene la crescita delle imprese italiane attraverso l’internazionalizzazione della loro attività ed è tramite il proprio portale che è consentito presentare domanda per l’agevolazione.

I beneficiari sono tutte le PMI (escluse imprese operanti nel settore della pesca e dell’acquacoltura e imprese operanti nel settore della produzione primaria dei prodotti agricoli) aventi sede legale in Italia, che abbiano realizzato in ciascuno dei tre esercizi finanziari precedenti la presentazione della domanda, un fatturato estero pari, in media, ad almeno il 35 per cento del fatturato aziendale totale.

L’intervento viene concesso in forma di finanziamento a tasso agevolato pari al 10 per cento del tasso di riferimento e comunque non inferiore allo zero per cento fisso (ad oggi il tasso agevolabile ottenibile è pari allo 0,195 per cento), da restituire in sette anni di cui i primi due sono di preammortamento. L’importo del finanziamento agevolato è deliberato nel limite massimo del 25 per cento del patrimonio netto dell’impresa risultante dall’ultimo bilancio approvato e comunque non potrà superare l’importo di 400 mila euro.

L’azienda deve presentare un livello di solidità patrimoniale (rapporto tra patrimonio netto e immobilizzazioni nette) che si calcola sulla base dell’ultimo bilancio approvato. Il risultato di tale indice stabilisce il livello di ingresso; l’azienda può richiedere il finanziamento indipendentemente dal risultato. L’obiettivo del finanziamento è quello di: raggiungere o superare il livello soglia, qualora dall’ultimo bilancio approvato, il livello di ingresso risulti inferiore al livello soglia stesso; mantenere o migliorare il livello di ingresso, qualora esso risulti uguale o superiore al livello soglia. Se l’azienda presenta un indice di solidità patrimoniale pari o superiore allo 0,65 per le PMI appartenenti al settore manifatturiero e a 1 per le PMI appartenenti ai settori servizi/commercio non sono richieste garanzie. Le aziende che presentano un indice di solidità patrimoniale pari o superiore a 2 non sono ammesse al finanziamento.

L’impresa presenta la richiesta di finanziamento a SIMEST attraverso il nuovo portale dei finanziamenti (una volta completato, il modulo di richiesta viene scaricato dal portale e, acquisita la firma digitale del legale rappresentante dell’impresa, può essere inviato attraverso il portale stesso o tramite PEC; in alternativa è possibile l’invio cartaceo con i mezzi tradizionali). Al termine dell’istruttoria, la richiesta di finanziamento è sottoposta al Comitato Agevolazioni, sulla base di un criterio cronologico, entro sessanta giorni dalla data di presentazione della domanda. Il Comitato delibera in merito alla concessione del finanziamento ed alle relative garanzie. A seguito della delibera e della stipula del contratto di finanziamento, SIMEST provvede all’assunzione delle garanzie ed all’unica erogazione.

Tags: , , , ,


Segnalazioni, informazioni, comunicati, nonché rettifiche o precisazioni sugli articoli pubblicati vanno inviate a: redazione@dailytax.it




Back to Top ↑