Fisco

4 Luglio 2019 | Pubblicato da Redazione Daily Tax

0

Rottamazione ter e saldo e stralcio: si riparte, ecco i modelli

Print Friendly, PDF & Email

Il Decreto crescita, recentemente convertito in legge, ha riaperto i termini della rottamazione ter e del saldo e stralcio.

Il debitore di una cartella datata tra il 2000 e il 2017 entro il 31 luglio 2019 può presentare all’agente pubblico della riscossione istanza di adesione alla definizione agevolata delle cartelle (modello DA-2018-R), con il pagamento solo di imposte e contributi (senza sanzioni e interessi). Sono ritenute valide anche le domande presentate dopo il 30 aprile 2019 e fino alla data di entrata in vigore della legge di conversione del Decreto crescita.

Il versamento può avvenire in un’unica soluzione entro il 30 novembre 2019 o dilazionato in diciassette rate, la prima delle quali entro il 30 novembre e le restanti, ciascuna di pari ammontare, scadenti il 28 febbraio, il 31 maggio, il 31 luglio ed il 30 novembre di ciascun anno a decorrere dal 2020. Per la prima rata è dovuto il versamento di almeno il 20 per cento dell’importo, mentre è confermata la decadenza dal beneficio, in caso di mancato pagamento anche di una sola rata.

Sempre entro il 31 luglio 2019, è possibile inoltrare le istanze di adesione al saldo e stralcio (modello SA-ST-R), ossia alla sanatoria delle cartelle per omessi versamenti riservata a chi è in difficoltà economica (Isee fino a 20mila euro). I pagamenti possono avvenire in un’unica soluzione entro il 30 novembre 2019, oppure nel numero massimo di cinque rate consecutive scadenti il 30 novembre 2019 (35 per cento del dovuto), il 31 marzo 2020 (20 per cento), il 31 luglio 2020 (15 per cento), il 31 marzo 2021 (15 per cento), e il 31 luglio 2021 (15 per cento).

La domanda di adesione per le due agevolazioni può essere presentata tramite Pec, allo sportello Agenzia entrate e riscossione, o via telematica con il servizio web “Fai D.A. te”.

Modello DA-2018-R

Modello-SA-ST-R

Tags: , , , , ,


Segnalazioni, informazioni, comunicati, nonché rettifiche o precisazioni sugli articoli pubblicati vanno inviate a: redazione@dailytax.it




Back to Top ↑