Fisco

2 Novembre 2021 | Pubblicato da Redazione Daily Tax

0

Si avvicina la scadenza

Print Friendly, PDF & Email

Il prossimo 4 novembre 2021 scade il termine per l’invio all’Agenzia delle Entrate della comunicazione relativa all’ammontare delle spese di sanificazione e acquisto DPI sostenute, ammissibili all’omonimo credito d’imposta introdotto dall’articolo 32 del D.L. 73/2021 (Decreto Sostegni-bis).

Il credito spetta nella misura del 30 per cento, e comunque nel rispetto del limite di euro 60mila per beneficiario, delle spese ammissibili sostenute nei mesi di giugno, luglio e agosto 2021. Si precisa che la misura di credito fruibile potrà essere riparametrata rispetto al limite di spesa complessiva che ammonta ad euro 200 milioni. L’Agenzia delle Entrate, con apposito provvedimento entro il 12 novembre 2021, renderà nota la percentuale definitiva di fruizione del credito.

Il credito spetta a esercenti attività d’impresa, arti e professioni, enti non commerciali compresi enti del Terzo settore, enti religiosi civilmente riconosciuti, strutture ricettive extra-alberghiere a carattere non imprenditoriale “munite di codice identificativo regionale, ovvero, in mancanza, indentificate mediante autocertificazione in merito allo svolgimento dell’attività ricettiva di bed and breakfast”.

Le spese ammissibili sono: 1) spese di sanificazione degli ambienti nei quali è esercitata l’attività lavorativa e istituzionale e spese di sanificazione degli strumenti utilizzati nell’ambito di tali attività; 2) spese di somministrazione di tamponi Covid-19 a coloro che prestano la propria opera nell’ambito delle attività lavorative e istituzionali; 3) spese per acquisto di DPI, quali visiere e occhiali protettivi, tute di protezione e calzari, mascherine e guanti, conformi ai requisiti essenziali di sicurezza previsti dalla normativa europea; 4) spese di acquisto di prodotti detergenti e disinfettanti; 5) spese di acquisto di dispositivi di sicurezza quali igienizzanti e tappeti, vaschette decontaminanti, termometri e termoscanner, conformi ai requisiti essenziali di sicurezza previsti dalla normativa europea, incluse le eventuali spese di installazione;6) spese di acquisto di dispositivi atti a garantire la distanza di sicurezza interpersonale, quali barriere e pannelli protettivi, ivi incluse le eventuali spese di installazione.

Le spese devono essere state sostenute nel trimestre giugno – luglio – agosto 2021 avendo determinati criteri di imputazione. Per i soggetti in contabilità ordinaria vige il criterio di competenza; per i soggetti in contabilità semplificata ed esercenti arti e professioni, il criterio di cassa; mentre per le imprese minori che abbiano optato per l’art. 18, comma 5, D.P.R. 600/1973 ha rilevanza la data di registrazione del documento contabile.

Il credito d’imposta può essere utilizzato esclusivamente in due modalità: nella dichiarazione dei redditi relativa al periodo d’imposta in cui sono state sostenute le spese, oppure in compensazione tramite il modello F24, a partire dal primo giorno lavorativo successivo a quello di pubblicazione del provvedimento dell’Agenzia delle Entrate che stabilisce la percentuale di fruizione del credito. Resta ad oggi preclusa la possibilità di cedere a terzi il credito sanificazione 2021.

 

Francesca Deluca

Tags: , , , , , ,


Segnalazioni, informazioni, comunicati, nonché rettifiche o precisazioni sugli articoli pubblicati vanno inviate a: redazione@dailytax.it




Back to Top ↑