Fisco

28 Novembre 2017 | Pubblicato da Redazione Daily Tax

0

Una boccata d’ossigeno per le piccole librerie

Print Friendly, PDF & Email

Nonostante l’invasione digitale di smartphone, tablet e altri supporti tecnologici, i libri restano la via d’accesso principale alla cultura e alla conoscenza. Di questo fatto sembra essersene accorto anche il Governo e in particolare Dario Franceschini (Ministro dei Beni e attività culturali), che in un messaggio su twitter ha affermato: “Approvato emendamento alla Legge di Bilancio che introduce un tax credit per tutte le #librerie. Un aiuto fiscale per sostenerle e per salvare soprattutto le più piccole dal rischio di una chiusura”.

Si tratta di un emendamento alla Legge di bilancio 2018 approvato dalla Commissione bilancio e prevede una detrazione fiscale per le librerie. I commercianti potranno usufruire di un credito d’imposta basato sugli importi pagati per Imu, Tasi,Tari ed eventuale locazione dei locali, da usare in compensazione secondo i dettami che l’Agenzia delle entrate stabilirà.

Lo sgravio fiscale stabilisce uno sconto di euro 20mila per le librerie indipendenti, cioè quelle “che non risultano ricomprese in gruppi editoriali dagli stessi direttamente gestite”, mentre euro 10mila per tutti gli altri esercenti. Inoltre, il limite di spesa viene fissato in euro 4milioni per il 2018 ed euro 5milioni dal 2019.

Per le piccole librerie delle grandi città, che rischiano la chiusura a causa della concorrenza delle vendite online, il tax credit rappresenta un importante supporto e ampia soddisfazione emerge dalle parole di Cristina Giussani, presidente del SIL – Sindacato Italiano Librai: “L’approvazione dell’emendamento è anche un riconoscimento delle nostre competenze in quanto abbiamo fattivamente collaborato alla sua stesura, fornendo dati e consulenza. Ci fa molto piacere apprendere che lo sconto maggiore sia a favore delle librerie indipendenti”.

Tags: , ,


Segnalazioni, informazioni, comunicati, nonché rettifiche o precisazioni sugli articoli pubblicati vanno inviate a: redazione@dailytax.it




Back to Top ↑